TTFF Rewind – proiezioni del 19 febbraio 2013: ELOGIO DELLA LENTEZZA

Martedì 19 febbraio, h.21 presso la Biblioteca Meridiana secondo appuntamento della rassegna TTFF rewind i documentari del Terra di Tutti Film Festival – per chi li ha persi e chi li vuole rivedere – in collaborazione con GVC e COSPE  Ingresso Gratuito Evento Facebook. Verranno proiettati i documentari:

vol doc ELOGIO LENTEZZA
E-WASTELAND
di David Fedele – Australia/Ghana, 2012 – 20’
Quasi 50 milioni di tonnellate di e-waste (rifiuti elettronici) vengono prodotti annualmente in tutto il mondo.  Una grande quantità di beni elettronici usati arrivano nei paesi in via di sviluppo, provenienti dal “mondo sviluppato” sotto forma di rifiuti elettronici, esportati in maniera illegale come “beni di seconda mano”. Il film offre una panoramica del sistema sregolato del riciclo dei rifiuti elettronici in Ghana, dove l’apparecchiatura elettronica non viene vista per ciò che è stata, ma piuttosto per ciò che è diventata.

LETTERE DAL DESERTO (Elogio della lentezza) di Michela Occhipinti – Italia, 2010 – 55’
Il mondo corre. Hari cammina. Le sue scarpe consumate percorrono lunghe distanze nel deserto per recapitare messaggi chiusi in lettere scritte a mano, dalla calligrafia preziosa, da consegnare a destinatari che abitano villaggi sperduti, chiusi in una dimensione temporale dimenticata, fuori dal mondo. Quando l’unico modo per comunicare era un foglio, una penna, l’inchiostro. Quando la gente era ancora in grado di aspettare. Un ritorno alla lentezza, e alla natura, quella inospitale del deserto del Thar. Finché arrivano delle strane torri metalliche, intruse nel paesaggio, a rivoluzionare la vita del piccolo villaggio…

La serata sarà occasione per inaugurare presso la biblioteca un punto di raccolta di telefonini e piccoli elettrodomestici elettronici da buttare/riciclare. Portate i vostri, allo smaltimento ci pensiamo noi.

Il libro del mese – febbraio 2013

La Biblioteca Meridiana possiede la prima stampa de Il Fanfani rapito di Dario Fo.fanfani004 Fu scritto e pubblicato nel 1975, quindi tre anni prima del rapimento Moro. Sentite un po’ la trama: Amintore Fanfani (esponente di spicco dell’allora Democrazia Cristiana, cinque volte alla Presidenza del Consiglio dei Ministri), fatto rapire da Giulio Andreotti per propaganda elettorale, va incontro a mirabolanti peripezie: gli tagliano un orecchio, lo vestono da donna, gli aprono la pancia e ne salta fuori un teschietto fascista, poi lui muore e sale in cielo per essere giudicato.

Lo scontro tra borghesia e proletariato fa da sfondo a quest’opera  di Dario Fo,  scritta nel 1975 in soli quattro giorni, in appoggio alla campagna per il referendum per la legalizzazione dell’aborto.
Fo stesso dava forma alla figura dell’Onorevole grazie a un mimo nascosto dietro di lui che muoveva le braccia e a un paio di scarpe che indossava come guanti. Calato in una buca, così da nasconde le gambe, Fo diventava un irresistibile «nano», in un balletto esilarante e scatenato. archivioforame_FANF_1975_FOTO_007675_007675-004mLa stessa figura, Fo la rispolvererà per L’anomalo bicefalo (1999) dove la vicenda è incentrata sulle peripezie giudiziarie, politiche ed economiche di Silvio Berlusconi, e Fo lo impersona smemorato in seguito ad un incidente e, riacquistata la facoltà di ricordare, finisce per confessare ogni verità.

Così annotava la stampa contemporanea: «La satira, conveniamone, è spesso rozza e pesante, e talvolta volgarotta, non sarebbe stato che un comizio elettorale per il Pdup al quale Fo (…) ha dato il suo appoggio. (…) Fo continua a fare politica con le armi che sa maneggiare ma, nello stesso tempo, continua a fare teatro, anche se il suo modo di farlo è radicalmente diverso, per fortuna, da quelli tradizionali».fanfani2005

Troverete l’esilarante testo in Biblioteca Meridiana alla collocazione TEA FO.

Se vi piace l’autore, in Biblioteca trovate anche:

Mistero Buffo ; Ci ragiono e canto, edizione Einaudi
Johan Padan, edizione Gruppo Abele (edizione rara, pagine enormi coi disegni di Fo)
Tutti giù per aria : L’aereo di carta : Docufilm sulla vertenza degli ex lavoratori Alitalia, DVD, interpreti: Ascanio Celestini e Dario Fo