Teatro a scaffale aperto 2016 _ 2° ciclo

Continua “Teatro a Scaffale aperto” la rassegna della Biblioteca Meridiana dedicata ad autori/attori e alle loro opere in cantiere con il secondo ciclo di Marzo:

teatroascaffaleaperto2Qual è il luogo ideale per l’espressione artistica? Lo spirito di questa rassegna è cambiare per una sera destinazione allo spazio biblioteca e trasformare gli scaffali in palco e quinte per attori (e autori), che mettono in scena i loro spettacoli work in progress. Lavori teatrali diversi fra di loro che rappresentando più o meno la realtà, partono tutti dall’intensità e dalla creatività di un sogno. Questa storia piacerebbe forse a Breton e magari, sotto al quadro o alla locandina, il Magritte ci scriverebbe in francese “questa non è una biblioteca”. Chi lo sa se il luogo è quello ideale, nel dubbio continuiamo con i sogni…

::: 1° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 10 Marzo, ORE 20,30
LA SIGNORA –  con Sanam Naderi

testo e regia di Arash Abbasi
LA SIGNORALo spettacolo “La Signora” racconta la storia di una donna che si guadagna da vivere affittando il proprio utero alle famiglie che non possono avere dei figli. Le leggi del Corano vietano rapporti al di fuori del matrimonio, ed essendo lei una donna rispettosa della religione, utilizza il matrimonio temporaneo per sposare i mariti delle donne sterili per un breve periodo, e poter quindi concepire con loro dei figli. La Signora ha fatto nascere nove bambini in venti anni, ma proprio l’ultima volta che può rimanere incinta…

Partecipa all’evento Facebook qui

::: 2° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 17 Marzo, ORE 20,30
L’UOMO (S)CONNESSO –  con Pasquale Faraco e Leonardo Bianconi

di MaF Massa a Fuoco  Collettivo teatrale nell’ambito della rassegna Molecole Bolognesi 
luomosconnessoConnesso tra social, mail, wikipedia, news, youtube: un’azione compiuta da molti, spesso, senza apparenti conseguenze ma… Un giorno un’azienda gli propone di sfruttare quella sua passione: con una semplice operazione al cervello sarà collegato ad un server e verrà usato per compiere migliaia di operazione finanziarie al millesimo di secondo, in cambio di denaro ma, soprattutto, della possibilità di restare collegato tutto il tempo che vuole. L’uomo rinuncerà alla sua vita e alla sua famiglia e passerà dieci anni in questo stato finché un giorno un giovane verrà ad aggiornarlo o forse a prendere il suo posto…

Partecipa all’evento Facebook qui

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...