Teatro a scaffale aperto 2016 ::: programma di Aprile :::

Continua tutta al femminile la nuova sessione del ““Teatro a Scaffale aperto” la rassegna della Biblioteca Meridiana dedicata ad autori/attori e alle loro opere in cantiere.
Con il patrocinio del Comune di  Comune di Bologna (Q.re San Donato) e la collaborazione di Arci Guernelli

Teatro a scaffale aperto - programma APRILE16Qual è il luogo ideale per l’espressione artistica? Lo spirito di questa rassegna è cambiare per una sera destinazione allo spazio biblioteca e trasformare gli scaffali in palco e quinte per attori (e autori), che mettono in scena i loro spettacoli work in progress. Lavori teatrali diversi fra di loro che rappresentando più o meno la realtà, partono tutti dall’intensità e dalla creatività di un sogno. Questa storia piacerebbe forse a Breton e magari, sotto al quadro o alla locandina, il Magritte ci scriverebbe in francese “questa non è una biblioteca”. Chi lo sa se il luogo è quello ideale, nel dubbio continuiamo con i sogni…

GIOVEDI’ 14 Aprile, h 20,30
A.N.S.I.A.
di e con Andy Gio – musica di Lucio Morelli

Una lunga storia d’amore con l’ansia raccontata attraverso le vicissitudini di una giornata al mare d’Ottobre tra nuove promesse e cenni autobiografici. Primo studio di un monologo tragicomico.

GIOVEDI’ 21 Aprile, h 20,30
LA BALLATA DELLA RISACCA
di e con Valentina Nibid

Una cantastoriata di vento e lacrime, una storia antica come la guerra, come il mondo, un racconto pescato dal mare e poi al mare restituito. La risacca ha sputato fuori un’anima sola che vaga e chiede ancora un pezzetto di sé. Da quel giorno naviga e pesca, pesca e ributta a mare e poi tutto si ripeterà nel tempo… Ogni naufrago vuole sapere quanto resta a lui, quanto resta al mare …

GIOVEDI’ 28 Aprile, h 20,30 (***errata corrige***)
POLTERGEIST

di LaQuiete Teatro
di e con Laura Pompetti
drammaturgia sonora: Andrea Pelati
cura e supervisione registica: Marta Sappa
voce Massimiliano Briarava
assistenza tecnica: Rossella Cabiddu

Avete mai provato la sensazione di essere chiamati da qualcuno e quel qualcuno non c’era?
Poltergeist è lo spirito chiassoso che dialoga con un donna in stato di allerta. Quando non può più lottare contro ricordi rumorosi né moniti del presente, Sveva e i fantasmi che l’accompagnano, raccontano il disarmo, la fragilità, la forza e l’ironia di una condizione dell’anima irrimediabile.


Ingresso ad offerta libera. Inizio ore 20.30
Appuntamento in BIBLIOTECA MERIDIANA
c/o Circolo ARCI Guernelli
via Gandusio, 6 – Bologna
per info: 3398773538

 

Teatro a scaffale aperto 2016 _ 2° ciclo

Continua “Teatro a Scaffale aperto” la rassegna della Biblioteca Meridiana dedicata ad autori/attori e alle loro opere in cantiere con il secondo ciclo di Marzo:

teatroascaffaleaperto2Qual è il luogo ideale per l’espressione artistica? Lo spirito di questa rassegna è cambiare per una sera destinazione allo spazio biblioteca e trasformare gli scaffali in palco e quinte per attori (e autori), che mettono in scena i loro spettacoli work in progress. Lavori teatrali diversi fra di loro che rappresentando più o meno la realtà, partono tutti dall’intensità e dalla creatività di un sogno. Questa storia piacerebbe forse a Breton e magari, sotto al quadro o alla locandina, il Magritte ci scriverebbe in francese “questa non è una biblioteca”. Chi lo sa se il luogo è quello ideale, nel dubbio continuiamo con i sogni…

::: 1° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 10 Marzo, ORE 20,30
LA SIGNORA –  con Sanam Naderi

testo e regia di Arash Abbasi
LA SIGNORALo spettacolo “La Signora” racconta la storia di una donna che si guadagna da vivere affittando il proprio utero alle famiglie che non possono avere dei figli. Le leggi del Corano vietano rapporti al di fuori del matrimonio, ed essendo lei una donna rispettosa della religione, utilizza il matrimonio temporaneo per sposare i mariti delle donne sterili per un breve periodo, e poter quindi concepire con loro dei figli. La Signora ha fatto nascere nove bambini in venti anni, ma proprio l’ultima volta che può rimanere incinta…

Partecipa all’evento Facebook qui

::: 2° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 17 Marzo, ORE 20,30
L’UOMO (S)CONNESSO –  con Pasquale Faraco e Leonardo Bianconi

di MaF Massa a Fuoco  Collettivo teatrale nell’ambito della rassegna Molecole Bolognesi 
luomosconnessoConnesso tra social, mail, wikipedia, news, youtube: un’azione compiuta da molti, spesso, senza apparenti conseguenze ma… Un giorno un’azienda gli propone di sfruttare quella sua passione: con una semplice operazione al cervello sarà collegato ad un server e verrà usato per compiere migliaia di operazione finanziarie al millesimo di secondo, in cambio di denaro ma, soprattutto, della possibilità di restare collegato tutto il tempo che vuole. L’uomo rinuncerà alla sua vita e alla sua famiglia e passerà dieci anni in questo stato finché un giorno un giovane verrà ad aggiornarlo o forse a prendere il suo posto…

Partecipa all’evento Facebook qui

 

Giornata della Lingua Madre: una storia regalata da Blessing

In occasione della giornata della Lingua Madre, vi raccontiamo  dell’incontro con Blessing*:

(English version will follow)

Quando abbiamo deciso di aderire come Biblioteca Meridiana­ – La Luna nel Pozzo al progetto Bolognaccoglie promosso dal Comune di Bologna, area Benessere di Comunità, per la coprogettazione di attività rivolte ai richiedenti asilo, pensavamo di proporre alcune attività che potessero dare la possibilità a due ragazze di partecipare alle iniziative della biblioteca, esplorare un angolo nascosto di Bologna, conoscere persone nuove.
Su questa spinta umanitaria, timorosi di non essere abbastanza invitanti, riempivamo di idee le griglie di compilazione dei progetti. Cercavamo il modo di rendere la nostra offerta reale, utile, piacevole, al limite un’opportunità. Quando Blessing è arrivata in biblioteca per l’incontro preliminare le abbiamo illustrato le nostre proposte, aperti anche ad accettarne di nuove da lei. Blessing ha deciso di partecipare. Era felice Blessing. Quasi si vergognava di sorridere e dimostrarlo. Le nostre proposte erano piaciute. Il primo giorno di volontariato è arrivata preparata: aveva scritto una favola, una storia. Poco importa se fosse un mito cosmogonico, una favola della sua infanzia o una sua invenzione, non eravamo, e tutt’ora non siamo interessati all’esoticità dello straniero.
Quella favola l’ha raccontata in inglese, la lingua coloniale, che ci permette di comunicare, anche se il nostro inglese non è certamente ai livelli di quello di Blessing. Quella favola poi l’ha raccontata in benì, un dialetto nigeriano, il suo dialetto, o meglio, la sua lingua.
Attraverso quel racconto abbiamo costruito un incontro, un confronto, una collaborazione. L’identità passa attraverso la lingua che ci permette di rappresentare e raccontare il mondo, e noi stessi. La lingua, come il linguaggio, si acquisisce. E’ un processo culturale. Ma anche un dispositivo di potere. Blessing attraverso il benì ha ristabilito il suo spazio di potere nei nostri confronti, ha recuperato la sua identità di ragazza, e non di richiedente asilo; ha ristabilito l’orizzontalità della relazione.
Attraverso la favola del Sole, della Luna e dell’Acqua ha ricordato a noi cos’è l’accoglienza, condivisione dello spazio.
Una favola è solo una storia, ma può essere molto vera.

*Blessing è una ragazza nigeriana di 21 anni. Attualmente è ospitata presso Casa Mokaite, una struttura di seconda accoglienza per richiedenti asilo gestita dall’ass. Onlus Mondodonna, Consorzio Arcolaio, Coop LaiMomo, ASP città di Bologna

Ascolta la storia in inglese qui

e in lingua benì qui

Story of Sun, Moon and Water

Sun, Moon and Water were best friends. So, a day Sun and Moon have a big party. They call all the animals…invited all the animals…and invited also Water because Water was their best friends. So, Sun told Water: “Water, why have you not come to our house?” Water answered: “Your compound is too small for me. I cannot come to your place because is not big enough for me and my family”.

Then Sun told Water: “I have a big compound, you can come to my place”. Sun said: “You know you will come because we do come to yours. So you must come to my house too”. Water said: “Ok, ok, I will come.”

So, on the day of the party Sun and Moon and the animals went there on compound. It was time for Water to come to the party. Water asks Sun and Moon: “Can I come to your compound now?” Sun and moon answered: “Come, my friend, come!” So when Water and her family came into the compound, all the animals run away because of the wave.

So they ask again: “Sun and Moon, can I come to the compound?” He said: “Yes, come, there is still space”. Sun and Moon went up to the roof of the house and Water covered all the compound and even covered the house.

There was no place for Sun and Moon to stay, so they have to go up to the sky and never come back again!

That’s why Sun and Moon are in the sky now… and not on land anymore.

(English version)

On the occasion of International Mother Language Day we tell you about meeting Blessing:

The Library Biblioteca Meridiana – La Luna nel Pozzo decided to participate in Bolognaccoglie project powered by Comune di Bologna (Wellness Community) in organizing social activities for people who is asking refugee claim. When we decided to join Bolognaccoglie we ask two girls for participating in library activities in order to explore a new place of Bologna and meet new people.

We were motivated by the humanitarian issue but we were conscious to be not charming enough, while we kept on filling blanks in project proposal. We tried to make a real, useful and good offer… or at least an opportunity. When Blessing first came to our library we showed her our proposals and payed attention to new ideas, free to accept new inspirations from her. Blessing did accept to be part of the project: she was happy. She feel nearly embarrassed in smiling and showing us. She likes our proposals. On first day of voluntary work she came in a proactive way: she wrote down a story, a fairy tale. Caring nothing for what it was: a cosmological myth, a child fable or an invented tale…we were not interested in exotic part of the foreigner.

She told us that fairy tale in English, the colonial language that allows us to communicate even though our English was not so good as Blessing’s. Then, she re-told us the story in benì dialect: her mother tongue. Through that story we built a meeting, a discussion and a collaboration.

Identity pass through the language which allow us to represent and narrate ourselves and our world. We do acquire the language. It is a cultural process but also a powerful tool. Through her benì dialect, Blessing re-establish her strength point on our behalf, she recovered her identity as a girl and not as a refugee claimer, she highlighted the horizontal relationship with us. With the story of Sun, Moon and Water she remember us what is the welcome and how share the spaces. A fairy tale is only a story but it could be so real.

Teatro a scaffale aperto 2016

Prove di teatro a scaffale 2016 DEFAnche quest’anno riparte il teatro a “Scaffale aperto” la rassegna della Biblioteca Meridiana dedicata ad autori/attori e alle loro opere in cantiere

Qual è il luogo ideale per l’espressione artistica? Lo spirito di questa rassegna è cambiare per una sera destinazione allo spazio biblioteca e trasformare gli scaffali in palco e quinte per attori (e autori), che mettono in scena i loro spettacoli work in progress. Lavori teatrali diversi fra di loro che rappresentando più o meno la realtà, partono tutti dall’intensità e dalla creatività di un sogno. Questa storia piacerebbe forse a Breton e magari, sotto al quadro o alla locandina, il Magritte ci scriverebbe in francese “questa non è una biblioteca”. Chi lo sa se il luogo è quello ideale, nel dubbio continuiamo con i sogni…

Partecipa all’evento Facebook qui

::: 1° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 21 GENNAIO, ORE 20,30
SURVIVAL KIT – Le avventure di Alice attraverso le borse frigo
uno spettacolo di e con Alice Masprone

alicemasproneDevo iniettarmi Copaxone© ogni giorno e Copaxone© deve essere conservato TASSATIVAMENTE a una temperatura tra i 2 e gli 8 gradi senza MAI essere congelato. Survival Kit è una storia di frigoriferi, freezer, una borsa-frigo e termometri. Partecipa all’evento Facebook qui

::: 2° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 4 E VENERDì 5 FEBBRAIO, ORE 20,30
LETTERE DAL ’63
un monologo di e con Theano Vavatziani

lettere-dal-63-LOC-27x43“Allora verrò e vi prenderò a vivere qui. Qui è la vita. Le persone bevono casse di birra e mangiano tonnellate di carne. Ogni giorno mangeremo carne e altre cose buone, tutte le cose migliori.” Così scriveva Kostantinos dalle miniere di carbone in Belgio a sua moglie Theano in Grecia. Nasce un sogno nel cuore di un uomo. Come un sogno sfida il rischio, come condiziona il presente, come resiste all’intuito, come illude il futuro. Lettera dopo lettera questo sogno finisce, un’ironia tragica si svela. Un appassionante lettura nell’intimo di una vita umana.

::: 3° APPUNTAMENTO:::
GIOVEDI’ 18 FEBBRAIO, ORE 20,30
IL GIORNO IN CUI HO DECISO DI NON MORIRE
claudionaderun monologo di e con Claudio Nader
La storia vera di un incidente in mare che poteva finire peggio: tra attacchi di panico, bagnanti immobili e ricci di mare.

::: 4° APPUNTAMENTO:::

GIOVEDI’ 17 MARZO, ORE 20.30
Il Collettivo Teatrale- MaF Massa a Fuoco presenta
L’UOMO(S)CONNESSO
di e con Pasquale Faraco
nell’ambito della rassegna Molecole Bolognesi (MoB per Teatro a scaffale aperto)

programma in aggiornamento

Visioni dal Basso – rassegna di documentari-

volantinoL’associazione La Luna nel Pozzo e il Circolo Arci Guernelli in collaborazione con Distribuzioni dal Basso organizzano una piccola rassegna di documentari presso Biblioteca Meridiana grazie al Patrocinio del Comune di Bologna (Q.re San Donato). Ecco gli appuntamenti del martedì in Meridiana, tutti ad ingresso gratuito

presso BIBLIOTECA MERIDIANA
c/o Circolo Arci Guernelli
via Gandusio, 6 – 40128 Bologna

email: bibliotecameridiana@gmail.com
telefono: +39 327 4343255

Evento Facebook qui

Martedì 17 marzo 2015, h.21
ALL’OMBRA DEL GIGANTE
un film che mostra gli odierni fenomeni di migrazione sotto una chiave di lettura diversa, sinceramente umana e senza censure.
regia di Adriano Cutraro e Mirko Melchiorre
Anno: 2013 Durata: 45’

Martedì 24 marzo 2015, h.21
NERO D’ITALIA
il film inchiesta sul petrolio in Basilicata,
regia di Valeria Castellano
Anno: 2013 Durata: 52’

In collaborazione con Distribuzioni Dal Basso – a creative commons distribution-e con il patrocinio del Quartiere San Donato

Ingresso libero

ULTRAS: IERI, OGGI …. E DOMANI?

Sportivamente, vi segnaliamo questo incontro

Traiponti

La Luna nel Pozzo, Il Grinta ASD e Distribuzioni dal Basso
per la rassegna “VISIONI DAL BASSO” sono lieti di presentare:

Sabato 14 Marzo 2015 dalle ore 16 @ Circolo Guernelli – Via Gandusio 6 – Bologna

ULTRAS: IERI, OGGI …. E DOMANI?

ultrasProiezione dei film sul mondo ultras:
“Farebbero tutti silenzio” (2001)
“E noi ve lo diciamo” (2011)

Il calcio da sport popolare a business: pay-tv, tornelli, caro biglietti, campionato “spezzatino”, repressione…
Mentre la gente abbandona gli stadi, c’è ancora chi resiste!

Ne parleremo con
GIUSI dei FOREVER ULTRAS 1974

Dibattito, proiezioni, spazio bar:
Vi aspettiamo!

Evento Facebook qui

View original post