La Bibliocicletta al Navile

L’associazione La luna nel pozzo e le tre biblioteche nel Quartiere Navile (Biblioteca Corticella, Casa di Khaoula e Lame-Cesare Malservisi) vi invitano all’iniziativa:

Bibliocicletta al Navile - locandinaLa Bibliocicletta al Navile
18-19 dicembre 2015
Una bicicletta a 3 ruote, i libri delle 3 biblioteche nel Quartiere Navile, 3 appuntamenti nel quartiere.

Un weekend natalizio con libri illustrati, giochi e canti per leggere, ridere e divertirsi insieme.

La Bibliocicletta farà 3 tappe, carica di libri per bambini (ma ci sarà qualcosa anche per i genitori e nonni) che potranno essere sfogliati, guardati, letti… e se avrete bisogno di informazioni potrete chiederle al bibliotecario ciclista che sarà lì con voi.
E poi per bambine e bambini (da 4 anni in su) ci saranno letture e giochi a cura di Serena Riolo, accompagnata da José Salgado.

Gli appuntamenti
venerdì 18 dicembre, ore 15-18
Residence Galaxy – via Fantin, 15
ore 16.00 Letture e giochi
durante la Festa del dono e del baratto

Sabato 19 dicembre, ore 10-13
Parco della zucca – via Saliceto, 3/22
ore 11.00 Letture e giochi
È gradita la prenotazione

Sabato 19 dicembre, ore 15-18  
via Sant’Anna/piazzale Ex Dazio
ore 16.00 Letture e giochi
durante la festa “Corticella anch’io”

La partecipazione è gratuita.

Per informazioni
Biblioteca Corticella  051/700972
Biblioteca Casa di Khaoula  051/6312721
Biblioteca Lame-Cesare Malservisi  051/6350948

L’iniziativa è realizzata grazie al sostegno del Quartiere Navile.
Si ringrazia per la collaborazione: Comitato “Mettiamo in moto la zucca”, “Associazioni Riunite” e Progetto “Vivi Corticella”.

La Bibliocicletta è un progetto di biblioteca itinerante della Biblioteca Meridiana – Associazione La luna nel pozzo, realizzato con il contributo del Tavolo di progettazione partecipata “TRAIPONTI” del Quartiere San Donato.
Maggiori info qui
http://comune.bologna.it/istituzionebiblioteche/rassegne/53945/id/82724

Il Mondo In Gioco

Il progetto nasce con la finalità di creare momenti e spazi di socialità tra gli abitanti del quartiere San Donato di Bologna grazie al “gioco“ ed alla trasmissione della memorie storiche e delle diversità geografiche ad esso relative.

mondo-in-gioco-logo1Il “gioco” è una delle attività umane che genera maggiore soddisfazione e piacere. Tutti noi abbiamo scelto e scegliamo il “nostro” gioco sulla base del nostro interesse e del nostro piacere. I bambini, in particolare, fanno del gioco la loro occupazione principale: attraverso il gioco trovano, pur inconsapevolmente, soluzioni nuove di adattamento alla realtà che li circonda. Sempre i bambini al momento di spiegare agli altri le regole di un gioco  determinano l’inclusione o l’esclusione dalla loro piccola comunità fantastica, ed è da quelle regole  che nascono le basi delle nuove amicizie.
Quindi un potente strumento di mediazione di conflitti, un po’ come in Marrakech Express di Salvatores, quando adulti e ragazzini, italiani e marocchini, risolvono in una partita di pallone il loro conflitto: un tubo di scappamento, pieno di soldi per alcuni  e semplice palo dalla porta per gli altri.
Diverse le attività e i passaggi di questo progetto coordinato dalla Biblioteca Meridiana: videointerviste per la raccolta e archiviazione di testimonianze sulla memoria del gioco, laboratori per mettere in pratica e insegnare i giochi, e un evento di festa interculturale nei luoghi del progetto .

Il progetto è patrocinato e sostenuto dal Quartiere San Donato del Comune di Bologna.


maggiori info qui
https://ilmondoingioco.wordpress.com/

Domenica 14 giugno all’interno della giornata di Festa dello sport popolare, in sinergia con Il Grinta ASD, concludiamo il progetto – Il Mondo in Gioco – Dalle 15 alle 18 nell’area dei giardini Parker- Lennon ci saranno laboratori e uno spazio giochi dove torneranno a vivere giochi da tavolo, giochi da costruire e giochi di strada, di diverse epoche e culture…
partecipa qui

Racconta una storia – Laboratorio di lingua italiana

La Biblioteca Meridiana in collaborazione con Migrù (Associazione per l’insegnamento della lingua e della cultura italiana) vi invita al laboratorio di lingua italiana “Racconta una storia”

flyer meridiana okAttraverso gli strumenti del racconto, delle canzoni e delle favole ci addentriamo nella  lingua italiana con uno sguardo genuinamente teatrale al fine di veicolare i valori culturali e sociali del belpaese. A conclusione del Laboratorio di lingua italiana è previsto uno spettacolo finale “racconta una storia”

Dove:
presso Biblioteca Meridiana
c/o Circolo Arci Guernelli
via Gandusio, 6 – Bologna

Quando:
da venerdì 07 novembre 2014
ore 17:30
il corso è gratuito

Partecipa all’evento Facebook qui

per informazioni, iscrizioni:
migru.italiano@gmail.com
telefono: 349 3840953 – 333 9030820

Laboratorio di fumetto estemporaneo

Laboratorio di fumetto estemporaneo – Laboratorio gratuito di avvicinamento al fumetto

condotto da Sara Goldoni
età: 6-90 anni
sabato 5 e 12 aprile, dalle 16 alle 18
presso la Biblioteca Meridiana, in via Gandusio 6 – Bologna

fumettoDurante il laboratorio, i partecipanti realizzeranno in modo semplice ed estemporaneo una striscia a fumetti.

L’evento facebook è qui

Il fumetto è stato definito “ arte sequenziale”, ovvero, lo svolgimento di una storia rappresentata in sequenze. Questo avviene attraverso il disegno e la parola scritta in “balloon” (le classiche “nuvolette”). Vignette, striscie, storie a una o più tavole, tante possono essere le forme in cui viene realizzato un fumetto.
La forza del fumetto sta nell’immediatezza dell’immagine nello svolgersi di una situazione. Oltre ad essere un’arte, il fumetto è uno strumento di comunicazione dalle grandi potenzialità, può essere utilizzato nella didattica, nell’informazione, può facilitare e intensificare l’espressione personale.

Sara Goldoni: Burattinaia di professione, diplomata in “arti della grafica pubblicitaria e della fotografia” a Modena, è appassionata del linguaggio dei fumetti fin dall’infanzia. Ha realizzato illustrazioni per letture animate e locandine, fumetti per interesse personale, utilizza il disegno e il linguaggio dei fumetti per progettare pupazzi, burattini e idearne le storie.
È ritrattista e caricaturista, ha condotto corsi di fumetto per ragazzi di età mista.

Per informazioni e pre-iscrizioni:

BIBLIOTECA MERIDIANA
c/o Circolo Arci Guernelli
via Gandusio, 6 – Bologna
tel. 327/4343255
ORARI: lun-ven 14.00-19.00

Ecco alcune foto

IMG_7752

La fotografia di Giulio Di Meo + documentario BEIRUT PHOTOGRAPHER

In occasione della secondo incontro del TTFF rewind – i documentari del Terra di Tutti Film Festival

dimeoIncontro con il fotografo Giulio Di Meo: presentazione del libro PIG IRON, altre immagini, pubblicazioni e progetti
PIG IRON_il ferro dei porci_

Pig Iron è una pubblicazione fotografica sulle gravi ingiustizie sociali e ambientali commesse dalla multinazionale Vale negli stati brasiliani del Pará e del Maranhão, tra i più poveri del Paese.

Pig Iron, pubblicato a febbraio 2013, è un libro che è stato prodotto in modo indipentente per destinare il 50% degli introiti ad un progetto della campagna “Binari di Giustizia”, per la realizzazione di un centro di ricerca e comunicazione teatrale gestito da giovani di Açailândia, nel nordest del Brasile.

Per saperne di più:
www.pigiron.it

A seguire il documentario
BEIRUT PHOTOGRAPHER
di Mariam Shahin, George Azar – Qatar, 2012
Nel 1981 il ventiduenne George Azar, scrittore americano di origini libanesi, attraversa il confine siriano ed entra in Libano. Porta con sè una macchina fotografica da meno di 100 dollari e il desiderio di modificare il quadro dipinto dai media americani sul mondo arabo. Inizia così il suo reportage fotografico. Dopo pochi mesi Israele attacca il Libano: scoppia una delle guerre più sanguinose del Medio Oriente. Trenta anni dopo, George torna a Beirut e ripercorre i suoi passi alla ricerca delle storie e delle persone nascoste dietro alle sue immagini più emblematiche.

Martedì 4 marzo, h. 21
Biblioteca Meridiana
Via Gandusio, 6

l’evento facebook è qui